Contattici

ContPerson : Wendy Lao

Numero di telefono : +86 18899773716

WhatsApp : +8618899773716

Free call

Il coronavirus comporrà le pressioni finanziarie per le società della cannabis ma inoltre fornirà le aperture per gli investitori

March 7, 2020

ultime notizie sull'azienda Il coronavirus comporrà le pressioni finanziarie per le società della cannabis ma inoltre fornirà le aperture per gli investitori

Mentre il coronavirus crepita i più vasti mercati azionari intorno al mondo, inoltre sta rendendolo ancora più duro affinchè le società della cannabis raccolga i fondi dagli investitori in un ambiente già-stretto di finanziamento.

Ma alcuni esperti finanziari nella marijuana vedono un lato positivo possibile per gli investitori: un'opportunità di comprare, o di ottenere almeno un bello pezzo di, alcune società sull'economico – per i quei volere aprire i loro libretti di assegni.

Dal momento che, tuttavia, il clima di investimento della cannabis è qualche cosa ma favorevole per le società alla ricerca del finanziamento.

Alcune ditte della marijuana non hanno potuto farla

Morgan Paxhia, amministratore delegato di Poseidon con sede a San Francisco Asset Management, ha detto che il virus – combinato con il clima capitale stretto attuale nell'industria della marijuana – potrebbe potenzialmente provocare alcuni commerci di MJ che vanno sotto.

«Siamo in mezzo a questo scricchiolio capitale – questa fase di Darwin, gradiamo chiamarlo. E (coronavirus) sta esacerbando soltanto la situazione, perché sta causando appena l'incertezza, appena sta facendo ai più vasti mercati,» Paxhia ha detto.

«Potremmo anche vedere le buone società cominciare venire a mancare perché il loro accesso a capitale sta ottenendo stretto eccellente.»

Paxhia ed altri hanno detto il virus, con il tumulto delle montagne russe di tutte le borse valori della corrente principale, è probabili rendere gli investitori così accorti che stanno liquidando la maggior parte delle loro tenute finché i mercati non si stabilizzassero.

Su Wall Street, la corrente principale immagazzina giovedì sbronzo in risposta alle preoccupazioni circa l'impatto del coronavirus sugli Stati Uniti e sulle economie mondiali.

Il Dow Jones ha ruzzolato circa 970 punti, o 3,6%, eliminanti gran parte del raduno potente del giorno precedente. Altri indici di borsa importanti inoltre hanno immerso mentre gli investitori hanno fuggito ai beni più sicuri quali le sicurezze di Ministero del Tesoro degli Stati Uniti.

«Abbiamo visto questo indietro nella crisi finanziaria (di 2008): Non ha importato se foste poppe del ribassista o di Apple – le vostre azione stavano precipitando,» Paxhia ha detto.

Investitori che si ritirano più ulteriormente

Il capitale era già scarso nell'industria della cannabis perché le azione del marijuana-settore hanno cominciato a precipitarsi circa un anno fa, nel dovuto in gran parte alle prestazioni eccessivamente pubblicizzate vendute agli investitori e nella prestazione inferiore da molti commerci pubblicamente commerciali di MJ.

Il coronavirus non ha dato a quel stesso gruppo di investitori buon motivo saltare indietro dentro, ha detto Matt Karnes, il fondatore dei consulenti di GreenWave a New York.

«C'è sempre più incertezza e quello conduce ai nervosismi continuati. E gli investitori di una cosa non gradiscono e quello che evitano, è incertezza,» Karnes ha detto.

«Il capitale è scarso, in modo da tutto il singhiozzo realmente condurrà al sentimento meno favorevole intorno al settore ed alla probabilità di capitale che è spiegato.

«Che essendo dicendo, penso i mercati pubblici sono più suscettibili del coronavirus e dell'impatto intorno, perché è a breve termine. Non sappiamo appena come e quando sarà risolto.»

Mitch Baruchowitz, socio gerente ai partner capitali di Merida a New York, ha detto che stava sistemando le richieste per il mese passato o così da parecchi investitori che esplorano mettendo i soldi nell'industria.

Ma nella settimana passata o così, quelle chiamate hanno inaridito.

«Stiamo ottenendo molte chiamate da cui chiamerei investitori professionali di Wall Street che stavano cercando i commerci interessanti durante l'ultimo mese e penso che il genere del coronavirus di abbia preso il vento da quelle vele,» Baruchowitz ha detto.

Ma, disse, l'industria stessa sta continuando a migliorare ed espandersi anno dopo anno, in modo da non vede ragione di lasciarsi prendere dal panico.

«La gente che sta cominciando prestare attenzione sta esaminando i numeri crudi del potenziale e del tatto dell'industria niente male circa il quel,» Baruchowitz ha detto.

«Il coronavirus – è appena un altro collegamento il fuoco di scetticismo. È duro da discutere con un'industria che ha crescita sequenziale di 25% anno dopo anno. Quello è un numero massiccio.»

Per quella ragione da solo, Baruchowitz è sicuro che dopo che il virus è contenuto, la riorganizzazione temporanea realmente proverà un positivo della rete per le società della marijuana che possono sopravvivere la tempesta.

«Le valutazioni che scendono a medio termine è probabili introdurre gli investitori più orientati ai valori in (lo spazio),» Baruchowitz ha detto.

«C'è la gente interessata a (industria della marijuana) ora che non ho pensato sarei, perché sono come, “tutti quei soldi liberi facili sono andato ora e potete realmente fare un investimento fondamentale. “»

Parte superiore per gli investitori disposti

Allo stesso tempo, alcuni esperti vedono le opportunità per l'investimento della cannabis.

«È molto duro predire le scosse macroeconomiche su uno spazio che è genere di suo proprio piccolo ecosistema,» Baruchowitz ha detto.

«La cosa chiave è, aggiunge a scetticismo, ma la gente che è normalmente interessata in cannabis è contrarian in qualche modo e gran parte della schiuma che va probabilmente condurrà ad un più vasto lungo termine della base dell'investitore, che ritiene come stanno ottenendo una valutazione più realistica in cui stanno facendo.»

Mentre le valutazioni stanno cominciando ritornare con i piedi per terra a partire dalle proiezioni molto in alto di 2018 ed all'inizio del da 2019, la riorganizzazione inoltre ha forzato molti commerci male previsti per uscire o il perno e quei fattori stanno conducendo ai tassi di ritorno molto favorevoli per gli investitori al momento, ha detto.

Paxhia ha echeggiato il sentimento di Baruchowitz, ad esempio la sua società, Poseidon, attualmente sta sviluppando fuori il suo portafoglio di investimento ancora ulteriore.

E cronometrare, disse, non potrebbe essere migliore perché i tassi di ritorno «si sono rafforzati soltanto.»

«Per noi, questo è stupefacente. È un tempo incredibile essere un investitore,» Paxhia ha detto. «Stiamo pendendo appena dentro.

«Significa che stiamo ottenendo valutazioni molto attraenti e razionali. Possiamo sviluppare un'altra cartella che può generare alcuni realmente forti profili di ritorno.»

Perni di Eaze

Paxhia ha detto che società di qualche cannabis stanno imperniando correttamente, per estendere i loro modelli aziendali per necessità e che ha citato la precedente ditta di tecnologia dipendente Eaze come esempio.

a Eaze basato a California ha usato per essere cannabis completamente di non-intervento e soltanto ha contribuito a facilitare le consegne di MJ tramite la sua piattaforma online.

La società non ha tenuto alcune licenze dello stato, come i rivenditori ed i coltivatori sono tenuti ad avere, ma Eaze recentemente ha annunciato uno spostamento importante – sta entrando nel gioco pianta-toccante.

«Una buona prova di gestione della merce è società che hanno visto questo spiegamento dell'ambiente ed hanno cambiato il corso, invece di condurre l'automobile subito la scogliera,» Paxhia ha detto.

«(Eaze è) un esempio perfetto di una società che stava bruciando i contanti come pazzo… ed i membri erano come, “o possiamo perdere tutto, o possiamo imperniare. “»

Per quanto riguarda il coronavirus, Paxhia ha citato il busto di dot com ed il fatto che l'abbondanza dei giganti di tecnologia è ancora intorno e prosperando.

«Alcune di migliori società emergono dalle crisi come questi,» Paxhia ha detto.

«Questi cicli accadono e penso che la nostra industria sia molto differente in quell'aspetto, ritornante richiedere. E penso che la gente non stia apprezzando che abbastanza.

«Anche se i prezzi dei beni patrimoniali stanno contraendo, la richiesta non è e quella è una bella equazione.»

Da John Schroyer da mjbizdaily.com 

 

Mettetevi in ​​contatto con noi

Entri nel vostro messaggio

info@gbeingsmartag.com
+8618899773716